Facebook Twitter Google+ Instagram You Tube Pinterest Skype Newsletter Cerca
English

Design

Il design e l’arte: un continuo file rouge di commistione e labili confini. Nasce nel 2018 la nuova sezione dedicata al Design per promuovere e valorizzare la creatività applicata all'ambito dell'arredamento.

Antrax | Resana Italia

Antrax

Resana, Italia
www.antrax.it


Antrax nasce circa 20 anni fa a Resana, un paese a 40 km da Venezia, e si specializza nella produzione di oggetti di design per il riscaldamento domestico e contract.
Sin dal suo esordio nel mercato la sua mission è stata quella di interpretare un prodotto altamente tecnico, quale il radiatore, in una chiave del tutto nuova che fondesse qualità, estetica e innovazione. Il design curato dei suoi prodotti, sviluppato in collaborazione con designer e architetti di fama internazionale, ha permesso così di creare quello che verrà definito termo-arredo, un oggetto che svolge la sua funzione di radiatore ma, allo stesso tempo, risulta un prodotto di design. Antrax è riuscita così a creare corpi scaldanti che completano lo spazio in cui vengono installati tanto quanto ogni altro oggetto d’arredo e che il cliente sceglie e customizza con la stessa cura di un divano o di un letto.
Il radiatore che prima veniva celato, adesso diventa un elemento del tutto caratterizzante dell’ambiente abitativo e gioca un ruolo da protagonista con l’aiuto di nuove forme e colori.
In questo modo Antrax ha dato vita ad un nuovo modo di concepire il calore.
La qualità di un’azienda, però, non si misura solamente dai suoi successi nel mercato ma anche dai valori che essa riesce a trasmettere; in questo senso Antrax è impegnata in diversi progetti che esulano dal mero ambito produttivo e industriale. L’azienda trevigiana si è sempre sentita legata al territorio e cerca di portarne del valore aggiunto creando dei luoghi come il Parco del design, uno piccolo spazio che verrà ultimato a pochi passi dal suo Headquarter di Resana (TV) dedicato alla collettività e progettato per creare una piacevole e suggestiva ‘oasi verde’. Un parco dove poter passeggiare e trascorrere momenti di piacevole relax immersi nella natura e che vede protagoniste le opere di famosi designer e architetti. Un luogo che è la perfetta sintesi tra valorizzazione del territorio, arte e design. L’importanza di preservare il territorio emerge anche dai prodotti: tutte le fasi produttive dei termo arredi vengono gestite con tecnologie a bassissimo impatto ambientale e prevedono l’utilizzo di materiali al 100% riciclabili.
L’attenzione all’ambiente e al territorio, e la voglia di valorizzarlo, sono aspetti che l’azienda ha sempre avuto a cuore, tanto quanto il desiderio di aiutare e sostenere i giovani appassionati di design e architettura nella loro formazione professionale e di stimolarne il potenziale. La nuova Sala Mostra Antrax IT, uno spazio di oltre 300 mq nato all’interno della sua sede, è stata, infatti, progettata in collaborazione con due studenti del Design Working Team di ABAV, Accademia di Belle Arti di Verona – Design School.
Per Antrax IT l’attenzione verso i giovani che si affacciano al mondo del lavoro, in particolare a quello del design, è sicuramente un argomento importante, soprattutto quando permette di far conoscere il valore e la qualità dei prodotti Made in Italy.
A testimonianza di questo ‘sentito’ interesse, Antrax IT ha sponsorizzato il master Brand Ambassador, un percorso formativo che vuole creare figure professionali in grado di promuovere i valori del Made in Italy nel mondo.
Tutti i progetti intrapresi dall’azienda sono sicuramente lo specchio di un’anima dinamica, che si affaccia al mondo con uno spirito intraprendente in grado di cogliere gli aspetti positivi di un mercato in continua evoluzione. Un DNA fresco e soprattutto creativo che non smette mai di sorprendere, anche attraverso l’autoironia e la voglia di mettersi in gioco.

arcsos.pngartesella.pngbasu.pngbiafarin.pngcoreve.pngdepartment.pngespronceda.pngfallani.pngfarm.pngglo_art.pngmaradiva.pngpentagram.pngresartis.pngzanetto.png
Questo sito utilizza i cookies per analizzare la navigazione dell'utente. Se continui a navigare o chiudi questa notizia, ne accetterai l'uso.