Facebook Twitter Google+ Instagram You Tube Pinterest Skype

Il successo dell'artista Kurt Hoerbst

Venetian_Scans un progetto iniziato nel 2011 e ora diventato un successo internazionale, ne parla il magazine americano Smithsonian Journeys nel numero in uscita in questi giorni.
Si tratta di un lavoro dell’artista austriaco Kurt Hörbst (Austria 1972) presentato per la Residenza d’arte presso la Fondazione Claudio Buziol di Venezia, uno dei premi speciali della quinta edizione del Premio (2010/2011) e sostenuta dall'azienda padovana Il Granaio delle Idee. Il progetto, risultato vincitore, ha permesso all’artista di vivere un mese a Venezia per la realizzazione di Venetian_Scans un innovativo progetto di “mappatura” umana della città.
L’artista con un casting ha cercato i soggetti più rappresentativi della realtà veneziana, nella loro veste lavorativa - gondolieri, dame in abiti del periodo della Serenissima, venditori al mercato del pesce e della frutta, direttori museali - soggetti che hanno posato su una speciale pedana, il people scanner, che consente di scannerizzare a livello fotografico i corpi delle persone. L’immagine finale è il risultato di un composit di circa 20 scatti che, rielaborati digitalmente, forniscono un ritratto a grandezza naturale di grande realismo del soggetto fotografato.
Hoerbst in questo senso ha rivoluzionato l’idea classica del ritratto, tralasciando la mera osservazione estetica.

People_Scans, questo il nome del progetto complessivo dell’artista, continua a spostarsi di città in città e fino ad ora ha già toccato Clervaux (Lussemburgo), Wachau (Austria), Vienna, Darmstadt (Germania), Pechino, Moosburg (Carinzia), Ückendorf (Germania).

Pagine 66-71 Smithsonian Journeys Winter 2015
Sito web Kurt Hörbst http://people-scans.com/

arcsos.pngartesella.pngbasu.pngbiafarin.pngcoreve.pngdepartment.pngespronceda.pngfallani.pngfarm.pngglo_art.pngmaradiva.pngpentagram.pngresartis.pngzanetto.png
Questo sito utilizza i cookies per analizzare la navigazione dell'utente. Se continui a navigare o chiudi questa notizia, ne accetterai l'uso.