Giuria del 14° Premio Internazionale Arte Laguna

Igor Zanti
IGOR ZANTI
Italia, Curatore e Critico d'arte | Presidente di Giuria


Igor Zanti è nato a Milano nel 1973. Si è laureato all’Università Statale di Milano in lettere moderne con una tesi in Storia dell’arte medievale e moderna dedicata alla pittura del secondo Quattrocento in Lombardia.
Svolge da diversi anni attività di critico e curatore di mostre d’arte contemporanea e di arti applicate, collaborando con gallerie private, e spazi istituzionali in Italia ed all’estero. Dal 2006 è curatore e presidente di giuria del premio internazionale Arte Laguna. È consulente artistico dell’associazione culturale Undergallery di Daverio (Varese) e dell’Art Club International di Lugano. Nel 2008 ha assunto l’incarico annuale di direttore artistico del Museo del Brolo Centro di Arte e Cultura di Mogliano Veneto (TV).
Ha ideato all’inizio del 2008 il progetto New Art, New Pop dedicato alla definizione ed alla promozione del movimento New Pop in Italia. Ha curato l’edizione 2009 e 2010 del premio Ceres for Art. Nel 2010 ha assunto l’incarico di co-curatore della fiera internazionale AAM promossa da Arte Ispe dixit di Como e Ginevra. Ha curato nei primi mesi del 2011, su incarico del MAE, dell’Ambasciata di Italia in India e dell’Istituto italiano di cultura di New Delhi, la mostra Dadaumpop, una retrospettiva sul neo pop italiano, che è stata esposta a Mumbai, a Calcutta ed a New Delhi. Collabora con Kanchi Metha, curatrice del Padiglione Indiano della Biennale di Praga e fondatrice della società Camaleont, su progetti di promozione dell’arte indiana ed italiana nei rispettivi Paesi. Insegna Comunicazione visiva contemporanea e fenomenologia dell’arte contemporanea allo IED di Milano nei corsi con riconoscimento del Miur. Scrive sulla rivista Espoarte, sulle webzine Lobodilattice e collabora con la rivista InsideArt. Dal 2013 è direttore di IED Venezia.

Iwona Blazwick
IWONA BLAZWICK
Regno Unito, direttrice della Whitechapel Gallery di Londra

Iwona Blazwick è direttrice della Whitechapel Gallery di Londra dal 2001 ed è una curatrice, critica e docente.
Precedentemente era alla Tate Modern e all'ICA di Londra; e ha lavorato come curatore indipendente in Europa, Stati Uniti e Giappone.
Blazwick ha curato mostre personali e nuove commissioni di alcuni dei più significativi artisti viventi del mondo; e ha ideato mostre tematiche che hanno plasmato la storia dell'arte tra cui A Short History of Performance. Blazwick ha istituito il consorzio globale Artists Film International e ha stabilito nuovi precedenti per l'animazione di collezioni e archivi. È caporedattore della Whitechapel Gallery/MIT Documents of Contemporary Art; ha scritto su numerosi artisti contemporanei e su temi e movimenti nell'arte moderna e contemporanea, storie di mostre e istituzioni d'arte.

Karel Boonzaaijer
KAREL BOONZAAIJER
Paesi Bassi, Architetto e Designer

Karel Boonzaaijer (1948) è nato a Utrecht, in Olanda, e ha iniziato la sua carriera come produttore di mobili all'età di 15 anni. Dopo aver completato gli studi serali in progettazione architettonica presso l'Accademia di arti visive, ha iniziato a lavorare per il produttore di mobili Pastoe. Insieme al team di progettazione Pastoe, ha sviluppato, tra le altre cose, il sistema di armadi L-160 nel 1975, che è ancora in uso a livello internazionale.
Nel 1980, insieme a Pierre Mazairac, ha fondato la sua prima agenzia di design, Mazairac / Boonzaaijer & Partners.
Dal 2000 lavora come professore di progettazione concettuale presso l'Università di Scienze Applicate di Aquisgrana. Inoltre, tiene molte lezioni e seminari in vari paesi.
I suoi prodotti sono stati esposti in vari musei, come il Palais du Tokyo a Parigi, il museo centrale di Utrecht, il museo Kröller-Möller, Singer Laren. Kunsthal Rotterdam, ecc., E ha anche vinto numerosi premi di design. Dal 2008, accanto al design del prodotto, si occupa anche di arti visive.
La sua filosofia è: la semplicità crea spazio per l'immaginazione.

Valentino Catricalà
VALENTINO CATRICALÀ
Italia, Curatore d'arte contemporanea - direttore sezione Arte Maker Faire - The European Edition

Studioso, curatore d’arte contemporanea. Si è specializzato nell'analisi del rapporto degli artisti con le nuove tecnologie e con i media. Come curatore, è direttore della sezione Arte della Maker Faire – The European Edition, la più grande fiera in Europa di creatività e innovazione.
È stato fondatore e direttore artistico del Media Art Festival di Roma (Museo MAXXI) e coordinatore dei programmi Arte della Fondazione Mondo Digitale. Valentino è, inoltre, curatore del Kunstraum Goethe (Art Space) per il Goethe Institut di Roma. E’ membro dell’Hyphen Hub Community di New York.
Su questi temi è dottore di ricerca presso l’Università degli Studi Roma Tre, è stato Part-Time Post Doc Research Fellow nella stessa Università. Ha svolto ricerche in importanti centri quali lo ZKM di Karlsruhe, la Tate Modern, l’Università di Dundee partecipando a Convegni internazionali e scrivendo diversi saggi in libri e riviste specializzate (vedi, academia.edu).
È autore dei libri Media Art. Prospettive delle arti verso il XXI secolo. Storie, teorie, preservazione (Mimesis, 2016) e Art as Inventor (Rowman & Littlefield, Londra 2019). È, inoltre, professore presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce.
Ha curato mostre in importanti musei e istituzioni internazionali fra i quali: Minnesota Street Project (San Francisco), Ermitage (San Pietroburgo), Palazzo delle Esposizioni (Roma), MAXXI (Roma), Museo Riso (Palermo), Media Center (New York), Stelline (Milano), Istituto Italiano di Cultura Nuova Dheli (India), Manchester Metropolitan University (UK), Ca’ Foscari (Venezia), Centrale Idrodinamica (Trieste), Museo Centrale Montemartini (Roma).

Aldo Cibic
ALDO CIBIC
Italia, Architetto e Designer

Aldo Cibic, fondatore del Cibicworkshop, nasce a Vicenza nel 1955.
Nel 1981, da socio della Sottsass Associati, è fra i fondatori di Memphis.
I suoi progetti "Microrealities" (2004) e "Rethinking Happiness" (2010), vengono presentati alla Biennale di Architettura di Venezia.
Con il Cibicworkshop, centro multidisciplinare di ricerca, si dedica all'elaborazione di tipologie progettuali alternative e sostenibili per l’architettura, gli interni e il design, rivolte alla valorizzazione del territorio e alla definizione di una nuova coscienza culturale, emotiva ed ambientale.
Nel 2018 è stato nominato per chiara fama professore alla Tongji University di Shanghai, dove da allora insegna per sei mesi all’anno.
Nel 2019 è stato selezionato come esperto straniero di alto livello da SAFEA (Ente statale di certificazione degli esperti stranieri della Repubblica Popolare Cinese).
La rivista di architettura Domus ha inserito Aldo Cibic nella guida "100+ best architecture firms 2019", che individua i migliori architetti del mondo che si sono distinti per innovazione culturale.

Erin Dziedzic
ERIN DZIEDZIC
Stati Uniti, direttore degli affari curatoriali presso il Kemper Museum of Contemporary Art, Kansas City, Missouri

Erin Dziedzic è direttore degli affari curatoriali del Kemper Museum of Contemporary Art di Kansas City, Missouri (USA).
È curatrice di Angela Dufresne: Making a Scene, Adam Cvijanovic: American Montage, Xaviera Simmons: Number 16, A Whisper of Where It Came From, Siah Armajani: Bridge Builder, Rashid Johnson: Hail We Now Sing Joy, Worlds Otherwise Hidden, e co-curatrice di Magnetic Fields: Expanding American Abstraction 1960s to Today, al Kemper Museum. Ha anche scritto contributi in pubblicazioni con il Savannah College of Art and Design, Kemper Museum, Island Press, Nka: Journal of Contemporary African Art, Oklahoma Visual Arts Coalition ed è stata guest editor per ARTPAPERS (maggio/giugno 2013).

Zhao Li
ZHAO LI
Cina, professore alla Central Academy of Fine Art di Pechino e curatore del Padiglione Cinese alla 53.Biennale di Venezia

Zhao Li si è laureato presso il Dipartimento di Storia dell'Arte della Central Academy of Fine Arts (CAFA) di Pechino, dove attualmente insegna.
È Vice Preside della School of Art Management and Education, Accademia Centrale di Belle Arti, Professore e Supervisore del Dottorato in Storia dell'arte, Ricercatore della National Gallery Academy of Fine Art, Visiting Professor del programma di dottorato di Creative Design Management dell’Università Taiwan Shih Chien, candidato al programma di Trans-century Talents del Ministero della Pubblica Istruzione, esperto del Ministero della cultura e dell'industria culturale di Pechino, consulente del CCB International China Cultural Industry Fund, capo consulente d'arte della divisione Ping An Bank Culture, Tourism and Health Business, Co-fondatore di Art Beijing, fondatore di Art Nova 100, AMRC Artwork Market Research Center, China Modern and Contemporary Art Literature Research Center e AAC Artwork Appraisal Centre e altre istituzioni. La sua ricerca si concentra principalmente sulla storia e la teoria dell'arte, la pittura cinese e la valutazione della calligrafia, la critica d'arte contemporanea, la ricerca sull'economia dell'arte, la curatela e la promozione. Tra i progetti in cui è stato coinvolto: il padiglione cinese alla Biennale di Venezia (2009), la mostra della serie China Founder Series del 20 ° secolo, la mostra New China Art Pioneers Series, il forum del vertice sulla raccolta di opere d'arte globali, il forum del vertice sull'economia dell'arte, il forum Boao per l'Asia Annual Conference Art Salon, l'incontro annuale dei collezionisti contemporanei in Cina, il Forum internazionale delle collezioni di Shanghai, il premio Patronage d'arte, ecc.

Riccardo Passoni
RICCARDO PASSONI
Italia, direttore della Galleria d’Arte Moderna di Torino

Nato a Vercelli nel 1957, Riccardo Passoni è stato Conservatore della Galleria d’Arte Moderna di Torino, Dirigente di Raccolta d’Arte Moderna, per poi ricoprire la carica di Vice Direttore della GAM, per la quale ha curato numerose mostre e cataloghi dedicati ad artisti nazionali e internazionali.
È Dirigente della Biblioteca d’Arte e dell’Archivio Fotografico della Fondazione Torino Musei. Da fine dicembre 2015 a marzo 2018 è stato anche Direttore del Borgo Medievale di Torino. Ha più volte fatto parte della Commissione artistica della Fondazione De Fornaris, curandone anche pubblicazioni e mostre. È anche membro del Comitato Scientifico della Fondazione CRT per l’Arte Contemporanea. Per la Città di Torino ha seguito e curato, tra le altre, Luci d’Artista, ManifesTO, PAPuM (vincitore del Premio Federculture 2008). Ha insegnato Storia dell’Arte presso l’Accademia Albertina di Torino. Ha fatto parte del Consiglio Direttivo dell’AMACI, rete che riunisce 24 tra i più importanti musei italiani di arte contemporanea, ricoprendo anche la carica di Vice Presidente, con delega ai rapporti con ICOM.

Vasili Tsereteli
VASILI TSERETELI
Russia, Direttore esecutivo di MMOMA - Moscow Museum of Modern Art

Vasili Tsereteli è nato nel 1978 a Tbilisi, Georgia. Dopo essersi laureato alla United Nations International School di New York nel 1996, Tsereteli ha studiato presso la New York School of Visual Arts e la Parsons School of Design. Nel 2002 è diventato Direttore Esecutivo del MMOMA (Museo d’Arte Moderna di Mosca). Successivamente, nel 2007 e nel 2009, ha lavorato come commissario del Padiglione Russo alla Biennale di Venezia.
Vasili Tsereteli è Vice Presidente dell'Accademia Russa delle Arti, membro del Comitato di ICOM, della giuria del Premio Kandinsky e del Premio Sergei Kuryokhin, e del comitato organizzatore della Biennale Internazionale di Mosca per la Giovane Arte. Nel 2012, Tsereteli è stato insignito della Croce dell'Ordine del Re di Spagna "Per Servizi Civili". Inoltre è stato nominato Cavaliere dell’ordine francese delle arti e delle lettere (2015) e Ufficiale dell’Ordine di Isabella la Cattolica (2016). Nel 2018, Tsereteli è stato insignito della medaglia dell'Ordine "Per merito alla Patria" di II classe.